La Torre Nera (2017) di Nikolaj Arcel | Il verdetto di Alessandro Pin


La Torre Nera

✩✩✩✩✩


PREMESSA

Il ciclo letterario de La Torre Nera di Stephen King narra l’incredibile storia di un pistolero, ultimo sopravvissuto della sua stirpe, che abita un mondo post-apocalittico che è “andato avanti”: il Medio Mondo. Una dimensione parallela alla nostra, una tra innumerevoli altre che coesistono nello stesso universo al cui centro si erge altissima la monolitica Torre Nera, pilastro portante che mantiene integra la realtà e impedisce ai mostri di invaderla. La missione del Pistolero: raggiungere e fermare l’Uomo in Nero, l’alfiere del Male, un essere demoniaco di straordinario potere che di umano ha solo l’aspetto, che vuole distruggere la Torre Nera e dominare l’universo col favore delle tenebre. Un’eterna lotta tra Bene e Male adattata in un contesto western/fantasy di origine ancestrale.

La Torre Nera


SINOSSI

Jake Chambers è un ragazzo fuori dal comune. Dopo la perdita del padre ha cominciato a soffrire di disturbi mentali, ricorrenti e terrificanti incubi abitati da un uomo sinistro vestito in nero, demoni provenienti da altri mondi e giovani ragazzi legati a una macchina che incanala il loro dono, definito “tocco” (la Luccicanza), per distruggere una misteriosa torre. A scuola ha difficoltà a socializzare, è violento coi compagni che lo tormentano, e lo psichiatra lo crede pazzo. Vive con la madre e il patrigno che cerca solo un pretesto per spedirlo al manicomio. Braccato dai servitori dell’Uomo in Nero che lo vuole catturare per sfruttare il suo incredibile potere, Jake fugge da casa e trova rifugio nella stamberga apparsa nelle sue visoni. Qui accede a un portale dimensionale che lo conduce nel Medio Mondo. E con grande entusiasmo, con la consapevolezza di non essere folle, inizia la sua avventura. Jake si imbatte nel Pistolero e diventa suo compagno di viaggio, un viaggio di vendetta per raggiungere e sconfiggere l’Uomo in Nero, che li ha privati entrambi di ciò che avevano di più caro; un viaggio per salvare la Torre Nera dalla distruzione, per salvare l’universo.

La Torre Nera


VERDETTO

Riuscirà il Pistolero a raggiungere e sconfiggere l’Uomo in Nero? È la domanda a cui questo sequel cinematografico dell’opera magna di Stephen King dà una risposta. Il format, dalla presentazione dei personaggi al focus posto sul giovane protagonista, ricorda i mitici fantasy/teen movie anni Ottanta; tuttavia La Torre Nera di Nikolaj Arcel non riesce a trasporre completamente lo spirito dei romanzi, nonostante la presenza di vari riferimenti ad altre opere del Re del brivido, e non rende giustizia ai ruoli femminili che sono sbilanciati rispetto a quelli maschili.

La Torre Nera

Idris Elba, perfetto nel ruolo, dona al personaggio di Roland di Gilead, il Pistolero, uno sguardo desolato e profondo; Matthew McConaughey, completamente a suo agio, trasuda divertimento nella performance dell’Uomo in Nero che, vestito come Neo in Matrix, si pavoneggia con una postura dittatoriale tra le strade di una moderna New York, dispensando pura malvagità. Due Star che da sole reggono la scena alla grande; accanto a loro i bravi Tom Taylor e Katheryn Winnick nei rispettivi ruoli di Jake Chambers e di sua madre, e Dennis Haysbert in quello del padre di Roland.

La Torre Nera

La livida fotografia di Rasmus Videbæk dona carattere al Medio Mondo che risulta convincente: deserti sconfinati, intricate foreste in cui si celano terrificanti demoni, brulle terre ove la civiltà è radunata in sparuti villaggi e la tecnologia è caduta in disuso.

La Torre Nera

La grande mole di letteratura de La Torre Nera, intrisa di significati, è semplificata in una spietata caccia (ove qui è L’Uomo in Nero a essere il “cacciatore”), di fugace durata, che dà luogo a un epico scontro finale tra Bene e Male che, con un po’ di amarezza, tocca il senso di nostalgia e “uccide con il cuore” chi si aspetta profondità narrativa.


TITOLO ORIGINALE
The Dark Tower

PRODUZIONE
Akiva Goldsman
Brian Grazer
Ron Howard
Stephen King

REGIA
Nikolaj Arcel

SCENEGGIATURA
Akiva Goldsman
Jeff Pinkner
Anders Thomas Jensen
Nikolaj Arcel

SOGGETTO
Stephen King

CAST
Idris Elba (Roland Deschain/Il Pistolero)
Matthew McConaughey (L’Uomo in Nero/Walter Padick)
Tom Taylor (Jake Chambers)
Claudia Kim (Arra Champignon)
Katheryn Winnick (Laurie Chambers)
Fran Kranz (Pimli)
Abbey Lee (Tirana)
Jackie Earle Haley (Sayre)
Dennis Haysbert (Steven Deschain)
Michael Barbieri (Timmy)
José Zúñiga (Dr. Hotchkiss)
Alex McGregor (Susan Delgado)
Nicholas Hamilton (Lucas Hanson)

COLONNA SONORA
Junkie XL

FOTOGRAFIA
Rasmus Videbæk

MONTAGGIO
Alan Edward Bell
Dan Zimmerman

SCENOGRAFIA
Christopher Glass
Oliver Scholl
Anneke Botha
Rosemary Brandenburg
Jo Stuart Fox

COSTUMI
Trish Summerville

Lascia un commento

*